Istituto Tecnico Statale per Geometri
Leonardo da Vinci
Cesena

  • Disegna il tuo futuro
Istituto Tecnico  Per Geometri - Cesena
Istituto Geometri

Presentazione Istituto Geometri - Prospettive di Lavoro - Piano di Studi

Prospettive di Lavoro

La naturale evoluzione dei sistemi costruttivi, favorita dal massiccio impiego delle nuove tecnologie e da una domanda sempre più esigente in termini di tutela della salute da un lato, le sensibili modifiche dell'apparato normativo in tema di edilizia ed urbanistica dall'altro, rendono necessario un continuo ripensamento circa la figura e la conseguente formazione del futuro geometra. Il tentativo di raggiungere un difficile equilibrio fra competenze di base (liguistiche, matematiche, informatiche ...) e specialistiche, ha la precisa finalità di valorizzare coloro che proseguiranno gli studi all'Università e favorire l'inserimento dei diplomati nel mondo del lavoro.

I settori che oggi richiedono diplomati geometri sono numerosi: il mondo delle imprese, la pubblica amministrazione, gli studi professionali, il mercato immobiliare, le nuove tecnologie informatiche applicate all'edilizia ... Si ricorda che per poter esercitare la libera professione di geometra - e quindi poter firmare e timbrare i propri progetti- è necessario iscriversi al Collegio dei Geometri, dopo avere svolto due anni di tirocinio presso uno studio professionale e aversuperato un esame di abilitazione.

Piano di Studi

Costruzioni, Ambiente e Territorio

Geotecnico

Quadro orario

DISCIPLINEore
1° biennio2° biennio5° anno
2° biennio e 5° anno costituiscono un percorso formativo unitario
1^2^3^4^5^
Scienze integrate: Fisica9999  

di cui in compresenza

66*
Scienze integrate: Chimica9999

di cui in compresenza

66*
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica9999

di cui in compresenza

66*
Tecnologie informatiche99 

di cui in compresenza

66*
Scienze e tecnologie applicate **99
Complementi di matematica3333
Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro666666

ARTICOLAZIONE "COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO"

Progettazione, Costruzioni e Impianti231198231
Geopedologia, Economia ed Estimo99132132
Topografia132132132

ARTICOLAZIONE "GEOTECNICO"

Geologia e Geologia applicata 165165165
Topografia e costruzioni9999132
Tecnologia per la gestione del territorio e dell'ambiente198198198

Totale ore annue di attività e insegnamenti di indirizzo

396396561561561

di cui in compresenza

264*561*330*

Totale complessivo ore

10561056105610561056

* L’attività didattica di laboratorio caratterizza gli insegnamenti dell’area di indirizzo dei percorsi degli istituti tecnici; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici.Le istituzioni scolastiche, nell’ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, possono programmare le ore di compresenza nell’ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte-ore.
** I risultati di apprendimento della disciplina denominata “Scienze e tecnologie applicate”, compresa fra gli insegnamenti di indirizzo del primo biennio, si riferiscono all’insegnamento che caratterizza, per il maggior numero di ore, il successivo triennio.

Profilo

Il Diplomato nell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”:

  • ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;

  • possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e  nel rilievo topografico;

  • ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;

  • ha competenze relative all’amministrazione di immobili.


È in grado di:

  • collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità;

  • intervenire
    autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di
    organismi edilizi e nell’organizzazione di cantieri mobili, 
    relativamente ai fabbricati;

  • intervenire nei processi di conversione dell’energia, del loro controllo, prevedere nell’ambito dell’edilizia ecocompatibile le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente, redigere la valutazione di impatto ambientale;

  • pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;

  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte.

Nell’articolazione “Geotecnico”, il Diplomato ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche. Interviene, in particolare, nell'assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione. In particolare, è in grado di:

  • collaborare nella conduzione e direzione dei cantieri per costruzioni in sotterraneo di opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali;

  • operare con autonomia nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la determinazione della pericolosità  idrogeologica e geomorfologica, utilizzando tecniche di campionamento, prove in situ dirette, geofisiche ed in laboratorio, anche in contesti relativi alla valutazione di impatto ambientale;

  • eseguire le operazioni di campagna ai fini della caratterizzazione di siti inquinati (minerari e non) e opera nella conduzione delle bonifiche ambientali del suolo e sottosuolo;

  • applicare competenze nell’impiego degli strumenti per rilievi topografici e per la redazione di cartografia tematica;

  • operare in qualità di responsabile dei lavori e della sicurezza nei cantieri minerari, compresi quelli con utilizzo di esplosivi.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio” consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

  • Selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione.

  • Rilevare il territorio, le aree liberee i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazionipiù adeguate edelaborare i dati ottenuti.

  • Applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia.

  • Utilizzare gli strumenti  idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi.

  • Tutelare, salvaguardare e valorizzare le  risorse del territorio e dell'ambiente.

  • Compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio.

  • Gestire la manutenzione ordinaria e l’esercizio di organismi edilizi.

  • Organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.

In relazione a ciascuna delle articolazioni, le competenze di cui sopra sono sviluppate coerentemente con la peculiarità del percorso di riferimento.